Divulgazione della memoria storica grazie all’Associazione Ponti d’Europa

Quest’oggi vogliamo raccontare un’importante realtà culturale presente e attiva nel territorio, ma che vanta anche diverse collaborazioni internazionali: si tratta dell’Associazione Ponti d’Europa, un’associazione di volontariato che organizza e promuove diversi tipi di attività ed iniziative, come ad esempio cicli di incontri, convegni, seminari di studio, corsi di formazione, e fa della promozione e diffusione dell’arte uno dei suoi tanti cavalli di battaglia.

L’Associazione Ponti d’Europa partecipa alla gestione del centro visite di Pietrarossa, dove organizza alcune delle sue attività, oltre alla sopracitata intensa attività in campo artistico, gestendo la galleria espositiva “Sala Antiche Mura” a Monfalcone ed organizzando mostre ed eventi nella stessa, nella Galleria di Arte Contemporanea e nel Museo della Cantieristica di Monfalcone.
Purtroppo con il lockdown ed il successivo susseguirsi di zone rosse ed arancioni, molte attività sono state sospese o rimandate, ma nella prima parte dell’anno 2020 l’associazione ha organizzato un ciclo di mostre pittoriche e fotografiche coinvolgendo pregiati artisti locali quali ad esempio Livio Trevisan, Marta Visentin, Roberto Mariano o Antonella Delbianco, in collaborazione con altre realtà locali di volontariato quali la Pro Senectute Monfalcone, l’Associazione Illustra e la LILT isontina.

Il percorso ha poi portato all’apertura, da luglio ad ottobre, dell’importante mostra itinerante “Venezia e il Patriarcato” che ripercorre, nella ricorrenza dei 600 anni, il lungo periodo veneziano nel Patriarcato d’Aquileia, attraverso dipinti, disegni e incisioni di grandi artisti, come Guardi, Canaletto e Tiepolo, e preziosi documenti storici, in alcuni casi esposti al pubblico per la prima volta. L’iniziativa si è avvalsa della collaborazione di importanti istituzioni ed enti, quali la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Comune di Monfalcone, la Fondazione Carigo, l’Arcidiocesi di Gorizia e molte altre importanti realtà artistiche, archivistiche ed archeologiche.
Allo stesso modo, nel corso dei prossimi mesi verrà realizzata la prossima grande iniziativa di Ponti d’Europa: una mostra dedicata alla Città Murata, Arte, Archeologia e Letteratura fra Medioevo e Rinascimento nel segno di Dante, per celebrare il settecentesimo anno dalla scomparsa del Sommo Poeta, coinvolgendo altre realtà locali in una serie di mostre ed altri eventi che vogliono sottolineare l’importanza culturale ed artistica di questo territorio.

Abbiamo chiesto ai rappresentanti dell’Associazione Ponti d’Europa la loro opinione sul volontariato, e la loro risposta sottolinea l’importanza di valorizzare a livello personale e collettivo la cultura, specie in un periodo di difficoltà come quello vissuto in questi ultimi mesi. Il nostro territorio ha tante risorse da offrire, ed in un mondo che corre così velocemente verso il futuro, dovrebbero essere interesse di tutti la conservazione e la divulgazione della memoria storica ed artistica delle nostre radici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *